J70A3958

@Storytelling2016 – Day 2

L’ospitalità è all’ordine del giorno. L’accoglienza ricevuta in questi primi due giorni è stata assoluta, ci sentiamo quasi in debito.

Oggi abbiamo iniziato le attività di volontariato, ed è tutto andato alla grande! Le piccole diffidenze che potevano avere nei nostri confronti i bambini sono state abbattute da dei piccoli giochi di conoscenza.

Un pallone? Non solo.

J70A3922

L’entusiasmo di questi bambini nel vederci era davvero alto e non che stessimo facendo chissà cosa di straordinario. Basta davvero poco: un essere presente, un far vedere che ci sono altri ragazzi che vengono da altri paesi.

Da parte nostra ci siamo sentiti aiutati: non sembrava che fossimo noi lì per loro, ma il contrario. E questo ci ricorda che c’è sempre tempo per imparare ad essere stupiti. Capiamo che piccole azioni fanno la differenza e che quando un bambino alla fine delle attività ti chiede se puoi concedergli un abbraccio vuol dire che qualcosa hai mosso.

Dopo aver parlato dei lati organizzativi per le prossime settimane, nel tardo pomeriggio, abbiamo potuto assistere alla celebrazione di un matrimonio cristiano qui a Madaba. È stato bello vedere le stesse gioie ed ansie che vengono vissute dalle nostre parti.

IMG_8930

E per festeggiare abbiamo concluso la serata a cena con Maroun (vescovo di Giordania, ndr.) e i volontari Caritas.

Domani cominceremo il clou dell’esperienza facendo compagnia ai volontari in uno degli otto centri di accoglienza e di gestione dei profughi che ci sono in Giordania.

Published on: 30 luglio 2016
Posted by: Matteo Mabilia